Questa ricetta viene proposta da Alessandra Rovetta


Ingredienti per 4 persone


Per l'impasto base


2 pani raffermi per persona

- 2 uova

- 1 litro di latte a temperatura ambiente

- farina bianca a cucchiaiate q.b.

- noce moscata

- sale e pepe

 

Per i colori

 

- 300 g di spianci

 - 400 g di funghi finferli (oppure vanno bene anche quelli misti)

- cipolla, prezzemolo, aglio

- vino bianco

- latte

- sale

-dado

 

Per condire

 

- burro fuso e salvia

- pane grattugiato

- sugo al pomodoro

 

Preparazione

 

Stufate gli spinaci sbollentati in un soffritto di cipolla. Cuocete a fuoco lento con un bicchiere di latte e il dado sbriciolato finchè il fondo di cottura si sarà asciugato. Aggiustate di sale. Trifolate poi i funghi con aglio e olio e cuoceteli a fuoco basso aggiungendo un bicchiere di vino bianco. A fine cottura aggiungere un prezzemolo tritato. Aggiustate di sale e pepe.

Tagliate il pane raffermo e lasciatelo a mollo nel latte per alcune ore. Quando il pane sarà bello inzuppato, mescolate fino ad ottenere un composto omogeneo. Strizzate con le mani l'eventuale latte in eccesso. Unite al composto le uova, la noce moscata, il sale e mescolate. Aggiungete la farina a cucchiaiate fino a quando il composto sarà abbastanza consistente e asciutto (il cucchiaio dovrebbe rimanere in piedi). Suddividete il composto il due ciotole. Aggiungete in una gli spinaci stufati tagliati finemente. Se il composto dovesse risultare toppo morbido (fate la prova di cottura con un cucchiaino di composto in un pentolino di acqua bollente: il malfatto deve risultare morbido ma non disfarsi) aggiungere ancora farina. Versate il composto nell'acqua salata bollente utilizzando due cucchiaini per dar forma ai malfatti. Quando vengono a galla raccoglierli con una schiumarola e condirli man mano con burro fuso e parmigiano.

Impiattate mettendo sul fondo del piatto un mestolino di sugo al pomodoro, aggiungete i malfatti e spolverizzate ancora di parmigiano.

 

Malfatti bicolori di Nonna Edda